Translator

Italiano flagInglese flagFrancese flagTedesco flag
Giapponese flagRusso flagSpagnolo flagTurco flag

Siti Partners


Sito Sponsor

Pirati di Xandria

Angels in Action


Meets Johnny


Dark Shadows London Première
Cannes 2011
The Tourist Premeière Roma
Riprese di The Tourist
Festival di Venezia 2007

Tim Burton

10 Ottobre 2012: Cristina membro del nostro fans club, intervista Tim Burton al London Film Festival!
GUARDA IL VIDEO DELL'INTERVISTA A TIM BURTON | Ours Christina INTERVIEW TIM BURTON

Depp Heaven interview Tim Burtont
aprile: 2014
L M M G V S D
« set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

La sua isola | Island

Per chi non ne fosse a conoscenza, Depp, suggestionato dall’esempio dell’amico Marlon Brando e del suo piccolo paradiso tahitiano, nel 2005 ha acquistato un’isoletta di 35 acri alle Bahamas, per circa tre milioni di dollari.
Un piccolo lembo di terra che l’attore ama definire scherzosamente F*ck Off Island (meglio non tradurre!).
In un’intervista rilasciata al Guardian, Depp ricorda una delle ultime conversazioni avute con Brando riguardo all’isola:

“Ho riferito a Marlon di aver acquistato un piccolo pezzo di paradiso e mi ha subito chiesto come avevo intenzione di alimentarla, si è informato su quanto fosse alta, sull’esposizione solare, sul sistema delle acque.”

A distanza di qualche anno da quella chiacchierata tra celebri proprietari di isole, l’attore ha finalmente deciso di dotare la sua tenuta galleggiante di sistemi energetici ecocompatibili, seguendo l’esempio di Marlon Brando.

Dopo la morta di Heath Ledger, Johnny essendo un suo caro amico ha deciso di omaggiarlo intitolandogli un’intera spiaggia sulla sua favolosa isoletta, ora chiamata Heath’s Place.

Johnny ama definire questo pezzetto di Paradiso, come il suo luogo in cui può rifugiarsi, e vivere lontano dal gossip e dalla popolarità. Ma per spiegasrvi meglio quello che rappresenta per lui questa isola vi chiediamo di leggere questo meraviglioso articolo scritto da Douglas Brinkley:

Dopo ogni film (ha appena finito di girare Nemico Pubblico) ha bisogno di un po’ di vacanza. Se volete salire a bordo, il suo yacht sta salpando per un’isola segreta. Il programma della crociera prevede birre, barracuda e rock’n'roll    di Douglas Brinkley

«Drea-ea-ea-ea-eam… Dream, dream, dream». La ballata degli Everly­ Brothers risuona dalle casse stereo montate in un bungalow dal tetto di paglia. A qualche metro di distanza, il Mar dei Caraibi si accende degli ultimi bagliori del crepuscolo. Mi sto godendo una cena all’aperto, seduto sulla spiaggia con il mio ospite e tre nuovi amici. Dietro di noi un groviglio di giungla tropicale. Sono sull’isola di Johnny Depp, 20 ettari scarsi, un coriandolo di Bahamas, sulle cartine con il nome di Little Hall’s Pond Cay. Ma quest’idillica distesa di sabbia è stata ribattezzata dall’attore Lily Rose Beach, in onore di sua figlia.

Depp alza un bicchiere di daiquiri al rum cubano e brinda al sole calante. «Drea-ea-ea-ea-eam… Dream, dream, dream».
La canzone è l’inconfondibile hit degli anni Cinquanta All I Have To Do Is Dream, ma la voce stridente sembra l’urlo di un prigioniero sotto tortura. «È Keith Richards!», m’informa Depp con entusiasmo. «Registrò queste canzoni dopo il suo arresto per eroina a Toronto. Pensava di dover scontare 30 fottutissimi anni di galera per traffico di droga».( la canzone cantata da Richards qui.)
Depp inclina la testa verso la capanna. «Ascoltate questa». Richards, da solo al pianoforte, sta sfoderando un’ammaliante interpretazione di The Nearness Of You di Hoagy Carmichael. «Questa l’ho suonata su uno stereo portatile quando è nata Lily Rose».

«La canzone della sua nascita. È arrivata con questa, ragazzi».
Little Hall’s Pond Cay è un posto dove l’eccentrico si coniuga con la serenità privata, dove la pura spontaneità incontra la fantasia. Avevo appena finito di scrivere un libro, e avevo bisogno di una bella vacanza. Così, quando Depp mi ha telefonato perché lo accompagnassi per una settimana ai Caraibi, ho subito detto di sì.

Durante il viaggio, parla del suo bisogno di fuga dalla realtà. «Little Hall’s Pond è la mia camera di decompressione», dice. «È il modo in cui cerco di tornare alla normalità. Quando finisci di interpretare un personaggio c’è un periodo in cui tenti di tornare te stesso, qualche volta ti ammali, lo stress ti schiaccia come un masso. Il pensiero di poter salire su questa barca è un grande sollievo. Fuga dalla realtà significa sopravvivenza». «Non penso di aver mai visto un posto così puro e bello. Provi un senso di libertà istantaneo. E persino un po’ di anonimato. Ogni volta che la pressione diventa insopportabile mi dico: “Calmati”. Perché so che posso venire qui, e sparire. Qui ho trascorso il Natale con Vanessa e i bambini. Qui Lily Rose ha spedito in una bottiglia un messaggio: l’hanno trovato su un’isola vicina. Qui puoi dare da mangiare gli hot dog agli squali. Ma è meglio che non ti butti in acqua mentre lo fai».

Attorno all’isola a forma di lacrima l’acqua è così limpida che la terra sembra galleggiare sulla superficie.

Il trasporto sull’isola è fornito da golf cart elettrici. «E il mio istinto », aggiunge Depp, «mi dice che dove ci sono golf cart devono esserci birre». Prendiamo d’assalto una cassa di birre Corona e portiamo un gommone sulla Lily Rose Beach.

Sulla cima del’isola, dominata da una casa stile ranch, il panorama è sbalorditivo, a 360 gradi.

«Sfido qualunque pittore», dice guardando il mare, «a catturare quelle sfumature di azzurro. Sono stato fortunato a trovare questo posto. Anzi, è questo posto che ha trovato me». L’intera isola fa parte di una riserva marina. Un pomeriggio, dopo aver navigato fino alla punta orientale, gettiamo l’ancora e ci tuffiamo nella calma turchese dell’Heath’s Place, chiamato così in onore di Heath Ledger. Sotto è un’esplosione di pesci dai colori fluo.
«Un barracuda! Venite a vedere! È l’unico animale che mi fa più paura di un cane terrier». Solo uno come lui trova divertente l’idea di una nuotata coi barracuda. Io torno alla barca a grandi bracciate.
«Nessuno rovinerà mai questa riserva », insiste Depp. «Non vedo l’ora che i miei figli crescano, trascorreranno qui mesi interi a studiare la vita marina e a imparare a proteggerla. E i loro figli dopo di loro». Quindi cita il vecchio adagio: «I soldi non ti danno la felicità». E aggiunge: «Ma ti permettono di comprare uno yacht abbastanza grande per raggiungerla»

 ARTICLE IN ENGLISH HERE

———————————————

Cliccate sulle immagini per vedere le foto dell’ Isola
Little Hall's Pond Cay Little Hall's Pond Cay Little Hall's Pond Cay
Little Hall's Pond Cay Little Hall's Pond Cay

More photos here

———————————————

 

Johnny Depp’s “Little Hall’s Pond Cay” island on Google maps:

Comments are closed.