Translator

Italiano flagInglese flagFrancese flagTedesco flag
Giapponese flagRusso flagSpagnolo flagTurco flag

Siti Partners


Sito Sponsor

Pirati di Xandria

Angels in Action


Meets Johnny


Dark Shadows London Première
Cannes 2011
The Tourist Premeière Roma
Riprese di The Tourist
Festival di Venezia 2007

Tim Burton

10 Ottobre 2012: Cristina membro del nostro fans club, intervista Tim Burton al London Film Festival!
GUARDA IL VIDEO DELL'INTERVISTA A TIM BURTON | Ours Christina INTERVIEW TIM BURTON

Depp Heaven interview Tim Burtont
aprile: 2012
L M M G V S D
« mar   mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Archivi del giorno: 22 aprile 2012

Johnny Depp conferma: ”Per Tonto mi ha ispirato Kirby Sattler”

L’Attore ha esperienza di complessi make-up e costumi grazie ai film interpretati: da “Edward mani di forbice” a “Charlie e la fabbrica di cioccolato”, “Alice nel paese delle meraviglie” e il più recente ”Dark Shadows “. Era chiaro fin dalla prima immagine ujscita che Depp ha voluto creare Tonto  radicalmente diverso dal modo in cui era raffigurato negli anni ’50 nella serie tv dell’epoca. Recentemente Depp ha racconta a EW, come ha inventato  Tonto  e quale immagine  l’ha ispirato:

“Ho visto una foto dell’artista Kirby Sattler, ho guardato il volto del guerriero, e ho pensato: ”E’ lui!” Le strisce sul viso e sugli occhi … mi sembrava che ogni singola riga parlasse di lui, se sai cosa voglio dire. “ Hmm, in realtà, non proprio … Alcuni tratti della personalità?
Depp ha spiegato che le righe sul suo volto per gli indiani rivelano la vita emotiva dell’uomo. ”Questo mi ha ispirato per il trucco”.

Il dipinto inoltre ha fornito l’ispirazione anche per il copricapo di Tonto.

“E’ successo così: Sattler ha dipinto un uccello che vola dietro la testa del guerriero, però sembra quasi posato sul capo’, ha detto Depp, e qui ha avuto un’altra idea :

“Ho pensato: Tonto deve avere un uccello in testa. E’ il suo spirito guida in un certo senso. E’ morto per gli altri, ma non è morto per lui. E’ molto vivo.

Il titolo del lavoro originale di Sattler è “I Am Crow”, un riferimento al  popolo nativo Crow,  la parte nord del Midwest americano. Nel nuovo film, Tonto è tecnicamente un purosangue Comanche, mentre Depp  nella vita reale ha sangue  parte Cherokee, parte Indian Creek, per via di una discendenza nativo-americana di una bisnonna del Kentucky.

Il Tonto creato da Depp non è in effetti  storicamente autentico.

“La vera ragione per cui ho voluto interpretare Tonto è di cercare di cambiare lo stereotipo degli Indiani d’ Americani che la storia  ha dato loro, o la storia del cinema per lo meno – soprattutto Tonto come la spalla di The Lone Ranger nella vecchia serie”.

The Lone Ranger , diretto dal regista Gore Verbinski e prodotto da Jerry Bruckheimer, uscirà il  13 maggio 2013.

 

 

Johnny Depp reveals origins of Tonto makeup from ‘The Lone Ranger’ — EXCLUSIVE

It was clear from this first photo of Depp and Armie Hammer, released from The Lone Ranger set last month, that Depp was sticking by his word to make this Tonto a radical departure from the Jay Silverheels performance on the 1950′s era TV show.

While there has been wild speculation about where Depp took his visual cues (including a theory he was mimicking Marilyn Manson), Depp tells EW about how he actually developed the look, and we reveal the image that inspired him.

“I’d actually seen a painting by an artist named Kirby Sattler, and looked at the face of this warrior and thought: That’s it,” Depp said in a recent interview. “The stripes down the face and across the eyes … it seemed to me like you could almost see the separate sections of the individual, if you know what I mean.”

Well, not really … Separate sections of the individual?

Depp explained that the lines of paint on the Native American’s face looked to him like a cross-section of the man’s emotional life. “There’s this very wise quarter, a very tortured and hurt section, and angry and rageful section, and a very understanding and unique side. I saw these parts, almost like dissecting a brain, these slivers of the individual,” he said.”That makeup inspired me.”

The title of Sattler’s original work is “I Am Crow,” a reference to the Crow peoples native to the northern part of the American Midwest. In the new film, Tonto is technically a full-blooded Comanche, and Depp identifies in real life as part Cherokee and Creek Indian, based on a Kentucky great-grandmother’s ancestry, so the character is proving to be less historically specific to one tribe than a blend of various cultures and influences.

Sattler himself, who licensed the look of his painting to the filmmakers, tells EW his work is a fusion of history and fiction. “The portraits I paint are composites created from a variety of visual references coupled with my imagination,” he says. “While being broadly based in a historical context, my paintings are not intended to be viewed as historically accurate. I used the combination of face paint and  headdress as an artistic expression to symbolize the subject’s essence and his affinity to the Crow.”

The American Indian community has been divided over Depp’s Tonto. Leaders from the Navajo Nation visited the Monument Valley set and expressed support for Depp and the filmmakers, and Dana Lone Hill, a writer who identifies as part Lakota, penned an essay saying she intended to give him the benefit of the doubt on adapting the character, since Depp is known for his fanciful and exaggerated performances.

In another column titled “Why Tonto Matters,” Native Appropriations blogger Adrienne K. expressed the frustration echoed by some other Native Americans over Depp’s characterization, saying there are too few authentic portrayals of Native people in pop culture to accept a highly fantasized version.

For his part, Depp has said his motivation to play the character came from disliking how Tonto was relegated to  subservience in the old Clayton Moore/Jay Silverheels TV series. While the look may not be historically authentic, Depp wants Tonto’s character to be honorable and self-reliant.

“The whole reason I wanted to play Tonto is to try to [mess] around with the stereotype of the American Indian that has been laid out through history, or the history of cinema at the very least — especially Tonto as the sidekick, The Lone Ranger’s assistant,” Depp told EW. “As you’ll see, it’s most definitely not that.”

The Lone Ranger, directed by the original Pirates of the Caribbean filmmaker Gore Verbinski and produced by Jerry Bruckheimer, opens May 13, 2013.

Fonte: johnnytim.com , EW.com

 Commenta sul forum.

Johnny Depp a ‘Gente’ : La crisi con Vanessa? Sono affari miei

In un’intervista a ‘Gente’, il settimanale Hearst magazine Italia diretto da Monica Mosca, nel numero in edicola da lunedi’, Johnny Depp confessa di non aver avuto sempre buoni rapporti con le donne, e rivela che il suo pubblico preferito e’ quello dei bambini.

“In passato ho fatto esperienze di ogni tipo, ma sono cambiato da quando sono padre”.

Johnny Depp non si nasconde e svela alcuni retroscena della sua vita:

 ”Da ragazzo ero molto insicuro e ho fatto diversi errori – racconta al settimanale -. Mi fido delle donne, ma non ho mai capito il fatto del sex symbol”.
Seppur migliaia di donne farebbero di tutto per passare una serata in sua compagnia, il Pirata dei Caraibi più famoso al mondo preferisce essere definito un ‘grande bambino’.

“Mi piace avere i bimbi come pubblico, non sono condizionati da aspettative intellettuali – rivela Johnny -. Ho imparato dai miei figli che è giusto accettare quello che si vede senza porsi troppe domande. Mi fido di loro molto più che degli adulti perché sono puri e onesti. Invece io racconto bugie per vivere – ha aggiunto -. Recitare è questo. Quindi mi aspetto che un giorno i miei figli vengano da me e mi accusino di avere mentito loro per tutta la vita. Questa angoscia mi pietrifica”.
Depp sbarcherà a breve nelle sale italiane con “The Rum Diary-Cronache di una passione“, film diretto da Bruce Robinson e tratto dal romanzo di Hunter S. Thompson. L’attore 48enne conosceva personalmente lo scrittore statunitense, scomparso nel febbraio 2005.

“L’ammiro e mi identifico con la sua vena sognatrice e idealista, di vero gentleman, spesso incompreso – continua Depp -. E aveva una grande cultura, che invece io non sento di avere”.
Infine una battuta sulla sua vita privata e sul suo rapporto con Vanessa Paradis, per molti siti di gossip in piena crisi.

“Anche se ci fossero dei problemi – taglia corto l’attore hollywoodiano – sono affari miei”.

Johnny e Vanessa vivono insieme dal 1998 e dalla loro relazione sono nati Lily-Rose Melody, nel 1999, e John ‘Jack’ Christopher, nel 2002.

Fonte | Commenta sul forum.

“Widows Hill”Ecco una traccia della colonna sonora di Dark Shadows | Widows Hill – Dark Shadows Score

La colonna sonora di Dark Shadows, è in uscita il prossimo 8 maggio. E’ stata composta da Danny Elfman, qui potete ascoltarne una traccia dal titolo Windows Hill:

Si Ringrazia il Johnnytim.com | Commenta sul forum

Due Nuove Foto di Barnabas Collins dalla Rivista Fangoria

Ecco arrivare due nuove immagini di Dark Shadows, con Barnabas Collins, dalla rivista Fangoria. Il film sarà nelle sale il prossimo 11 maggio. Ricordiamo che nel cast ci sono: Johnny Depp, Michelle Pfeiffer, Eva Green, Helena Bonham Carter.

 

Si Ringrazia il Johnnytim.com | Commenta sul forum

Johnny Depp incontra i Fans Navajo | Johnny Depp on the Navajo Rez

Ecco arrivare una foto di Johnny Depp con una Fans, al Navajo Rez. Johnny è sul set di The Lone Ranger, e interpreta Tonto, un nativo americano.

Si Ringrazia la Zone | Commenta sul forum