Translator

Italiano flagInglese flagFrancese flagTedesco flag
Giapponese flagRusso flagSpagnolo flagTurco flag

Siti Partners


Sito Sponsor

Pirati di Xandria

Angels in Action


Meets Johnny


Dark Shadows London Première
Cannes 2011
The Tourist Premeière Roma
Riprese di The Tourist
Festival di Venezia 2007

Tim Burton

10 Ottobre 2012: Cristina membro del nostro fans club, intervista Tim Burton al London Film Festival!
GUARDA IL VIDEO DELL'INTERVISTA A TIM BURTON | Ours Christina INTERVIEW TIM BURTON

Depp Heaven interview Tim Burtont
dicembre: 2011
L M M G V S D
« nov   gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi del giorno: 26 dicembre 2011

Freddie Highmore parla di Johnny Depp

Durante una racente intervista ilgiovane Freddie Highmore a parlato brevemente di Johnny… 

La fabbrica di cioccolato è stato solo l’inizio. .. Nel 2004, Freddie Highmore ha o  tenuto una parte che i bimbi di  tutto il mondo potevano solo sognare… il ruolo di ‘Charlie Bucket’ nel 2005, Charlie e la fabbrica di cioccolato.

L’interpretazione di  Charlie  gli è valso il riconoscimento a livello mondiale, guadagnandosi il rispetto dei suoi pari e del pubblico. Da allora, l’attore di talento ha lavorato con alcuni dei più grandi nomi nel settore, di fronte – e dietro – la macchina cinematografica…

…Freddie seduto con Shadowlocked, ha parlato apertamente della sua carriera fino ad oggi …

”Mi piacerebbe… Charlie e la fabbrica di cioccolato…Mi ricordo ancora – con affetto – la gioia di quel film. La musica, la fusione, gli effetti speciali esuberanti – tutto ha funzionato così bene. Com’è stato essere coinvolti in un franchise cosìben conosciuto? Prima di tutto era incantevole, come sempre,  lavorare con Johnny [Depp]. Lui è il ragazzo più fantastico, non solo come attore ma come persona, e sono davvero fortunato ad aver lavorato con una persona di talento. Per quanto riguarda il set – tutta la scala della sua trasformazione – posso solo dire che è stato surreale . La stanza di cioccolato era stata  distrutta da un incendio,allora è stata ricostruita – ed è stato veramente  sensazionale. Cascate di cioccolato; rotonde  su barche a vela – sembrava appartenesse a Hogwarts, piuttosto che la Warner Bros. ì

Era la seconda volta che  lavorava con Johnny – la  prima in Finding Neverland nel 2004.  Com’è stato lavorare con un attore famoso?

” Quando abbiamo girato Neverland avevo solo 10 anni, quindi non hanno davvero l’idea di lui di celebrità.  Lo vedevo come un’amico,qualcuno che poteva guidarmi sul set, e da cuoi apprendere, in termini del suo comportamento e della sua professionalità.

Ma questo è merito di Johnny – è un ragazzo umile, nonostante il suo status e talento, e penso che per questo mi sono sentito così rilassato . Naturalmente sono  anche cresciuto sui set cinematografici (la madre di Freddie è un agente di talento e suo padre è un attore)…

Just the intro and Johnny mentions here:

Freddie Highmore talks Johnny Depp, stolen identities and The Art of Getting By…
Friday, 23 December 2011 by Luke Connolly

The chocolate factory was just the start…
In 2004, Freddie Highmore landed a role that child stars the World over could only dream of; the role of ‘Charlie Bucket’ in 2005′s Charlie and the Chocolate Factory. While a competent actor thus far, it was Freddie’s endearing rendition of Charlie that earned him worldwide recognition, gaining the respect of his peers, the audience and the plaudits in the process.
Since then, the talented actor has worked with some of the biggest names in the industry, in front of – and behind – the camera, and continues to please audiences with his heart-warming, authentic performances. In the run up to his latest release, The Art of Getting By, Freddie sat down with Shadowlocked and spoke openly about his career to date…

5. I’d like to skip back to a personal favourite of mine…Charlie and the Chocolate Factory (2005). To this day, I still remember – fondly – the joy of that film. The music; the casting; the exuberant special effects – it all worked so well. What was it like to be involved in such a well known franchise?

First of all it was lovely, as ever, to work with Johnny [Depp]. He’s the most fantastic guy; not only as an actor but as a person, and I’m truly blessed to have worked with such a talented individual.
As for the set – the whole scale of its transformation – I can only say it was surreal. The chocolate room had been the latest Bond (Die Another Day) set – which was burnt down and has since been rebuilt – and it was truly was stunning. Chocolate waterfalls; sailing round on boats – it felt like it belonged to Hogwarts rather than Warner Bros.

6. It was the second time you’d worked with Johnny – the first being in Finding Neverland back in 2004. Did you feel star struck at all? What was it like working with such a celebrated actor?

Erm, no…I never felt that way. Saying that, when we filmed Finding Neverland I was only 10 years old, so you don’t really have the notion of him as a celebrity figure. Instead, I came to see him as a friend; someone to look up to on a set in terms of his behaviour and his professionalism. But that’s credit to Johnny – he’s such a humble guy, despite his status and talent, and I think that’s why I felt so relaxed around him.

Of course I also grew up on film sets (Freddie’s mother is a talent agent and his father is an actor). Working everyday with people like Johnny Depp you idolize them, not because they are famous but because of their skill and because of the way they treat others.

Fonte

Commenta sul forum.

Vanity Fair magazine most iconic photos of 2011

Il magazine ‘Vanity Fair’ fa un  riassunto fotografico di fine anno, delle icone più rappresentative apparse sulla rivista nel 2011. Johnny  ha due foto nella presentazione,   di Gennaio e di Novembre.

 

 

 

 

 

Commenta sul forum.